Vivaio di Valdisotto: è braccio di ferro

Sono ore roventi per il Vivaio di Valdisotto, a forte rischio sfratto. Insiste su un’area di 14mila metri quadri, entro i 40mila su cui il Comune intende realizzare un parco ludico, ricreativo e turistico con tanto di laghetto. Progetto di Aree Interne finanziato dai Comuni Confinanti per 2,5 milioni di euro e destinato a partire nel 2020. E il fatto che la convenzione in essere fra Comune e Cooperativa Solares, gerente l’area, sia scaduta a gennaio, non aiuta. L’area demaniale, in capo a Regione Lombardia, era stata chiesta e ottenuta dal Comune e caso vuole che la scadenza della convenzione con la Solares, sia coincisa con l’arrivo dei finanziamenti per il parco. Il Vivaio dovrà chiudere temporaneamente; in un tavolo di confronto tra le parti, rimasto non attivato, avrebbe dovuto essere ripensato in un altro spazio secondo le esigenze della Cooperativa, del Comune e dei progettisti. Un futuro in pericolo dice la gente, per una realtà consolidata e molto apprezzata, in cui da maggio a ottobre lavorano 10 dipendenti e alcune figure provenienti dai servizi sociali della Comunità Montana Alta ValtellinaDipendenteIl presidente della Solares, Arrigo Lazzeri, rassicurato a voce, dice, dal sindaco, era convinto di rimandare la questione a dopo l’intensa attività estiva.Sono oltre 1000 le firme raccolte garatire alla cooperativa di poter lavorare senza interruzioni. Per Lazzeri non sono accettabili le alternative temporanee proposte dal Comune, tra cui la Val Pola, adatta a nuove coltivazioni ma non certo come punto vendita.Zona tassativamente esclusa dal sindaco perché parte del progetto di riqualificazione. E anche se Pedrini fornisce rassicurazioni circa il destino dei tirocinanti, per i quali, tramite i servizi sociali, si prospettano soluzioni di lavoro alternative, resta irremovibile rispetto alla progettualità nell’area. Il braccio di ferro Pedrini-Lazzeri è, quindi, garantito.
  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
12 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top