25 aprile a Morbegno, smussate le polemiche

Dopo le celebrazioni provinciali del 25 aprile, svoltesi giovedì a Chiavenna, Morbegno ha festeggiato ieri questa ricorrenza. Il polverone seguito all’intervento del presidente provinciale Anpi, Egidio Melè, a Chiavenna, è stato placato nel corso della manifestazione morbegnese, dove più volte è stato ribadito, dalle autorità presenti, che questa festa deve avere come fine quello di unire e non divedere. Lo stesso Egidio Melè, che era presente, ha elogiato gli amministratori e politici cittadini per il rigore con cui hanno festeggiato l’anniversario. Nella città del Bitto questa cerimonia si è sempre rivelata molto sentita e anche quest’anno è stata seguita da numerose persone. Le celebrazioni hanno preso il via alle 10.30 nella chiesa di San Giovanni con la Santa Messa, per poi proseguire con il corteo tra Piazza San Giovanni, Piazza Caduti per la Libertà e Piazza Mattei. Di fronte al Monumento ai Caduti, l’alzabandiera e la deposizione dell’omaggio floreale. Atto conclusivo nel piazzale delle scuole di viale Ambrosetti, dove si è svolta un’ulteriore deposizione di un omaggio floreale ed il saluto delle autorità. Qui, è stata scoperta una targa commemorativa con la seguente dicitura: “Sabato 28 aprile 1945. Fra le mura di questa scuola veniva firmata la resa della colonna tedesca al comando unificato Valtellina-Alto Lario del Comitato di liberazione nazionale. Questo evento costituisce uno dei presupposti per la nascita della Repubblica Italiana e della sua costituzione”. Presente anche la Filarmonica di Morbegno, che si è esibita durante la sfilata.
Per gli italiani è sempre una giornata speciale in quanto rappresenta la resistenza e la fine del fascismo e della dominazione nazista. Significa la rinascita del popolo italiano tutto, avvenuta 74 anni fa. Durante il saluto delle autorità, si è cercato più volte di non dare particolare rilevanza ai fatti di giovedì a Chiavenna.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
6 + 14 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top