Tutti a casa. Consigli per la lettura, parola di dirigente scolastico.

Si va dalle favole tradizionali per l’infanzia, e con le quali noi tutti siamo cresciuti, passando per La Trilogia degli Antenati di Italo Calvino, De Maupassant e salendo poi verso Orwell, D’Annunzio, Pirandello fino ai classici greci.

I consigli rivolti a studenti e genitori, in questi giorni di permanenza domestica e di scuole on line al riparo dal Coronavirus, e diffusi con un video quest’oggi sul canale YouTube dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio dal dirigente, Fabio Molinari, hanno una sacrosanta funzione, che va ben oltre il tenerci in buona forma mentale: quella di far pensare, almeno per una manciata di ore, non solamente ai ragazzi ma anche alle mamme ed ai papà, che in questo imprevedibile limbo nel quale ci siamo improvvisamente trovati è ancora possibile aprire qualche finestra, dalla quale guardare oltre il grigio.

Anche perché, dentro ad un libro c’è una vita, e se è vero, come Umberto Eco amava ripetere, che chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita, ma chi legge avrà vissuto 5000 anni, occupiamoci allora di quali siano le letture consigliate agli studenti delle scuole superiori.

Insomma, che siate maggiormente attratti dai classici, dalla letteratura del passato, da quella moderna o da quella contemporanea, sia italiana che estera, sappiate che indipendentemente dai gusti, su una cosa tutti siamo d’accordo: c’è un virus buono, quello sì, e che siamo autorizzati a diffondere, una panacea contro la noia: è il virus della lettura.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
9 + 3 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top