Coldiretti: 2019 flagello per colture. Un miliardo di danni.

Oltre un miliardo di danni ai raccolti con ripercussioni evidenti su ambiente, paesaggio e conseguentemente economia.

Quella che è di fatto un’emergenza strettamente legata al surriscaldamento climatico, la sta facendo pagare, eccome, ai coltivatori italiani, che nel 2019 si sono visti decimare le proprie colture. Colpevoli quegli insetti e organismi alieni giunti nella penisola da paesi ben lontani dai nostri confini.

A delineare i contorni del disastro in atto, il rapporto di Coldiretti reso noto ieri a Verona, dove è attualmente in pieno svolgimento la Fieragricola, appuntamento annuale dedicato agli addetti al settore.

Cimice asiatica, batterio della Xylella, Popillia Japonica. E poi Drosophila Suzukii e Punteruolo Rosso. Coloriti nomi esotici che in realtà nascondono, dietro di sé, una pericolosa quanto concreta potenzialità di diffusione alla quale è spesso impossibile opporre rimedi efficienti nel breve tempo.

Valtellina e Valchiavenna, territori a vocazione agricola, sono tutt’altro che esenti dal fenomeno. Basti pensare al disastroso effetto apportato dalla “cimice marmorata asiatica”, originaria della Cina. Tutta la sua pericolosità si estende a ritmi serrati, considerandone la rapida proliferazione: almeno due deposizioni di uova all’anno, con 3-400 esemplari alla volta.

Colpevoli di tale diffusione, inutile negarlo, errate politiche messe in atto da un Europa eccessivamente permissiva nell’ambito degli scambi commerciali. Troppi i prodotti agroalimentari e florovivaistici che giungono abitualmente sul suolo italiano senza la corretta applicazione di adeguati controlli e quarantene.

Nel concreto, l’unica arma da ritenersi maggiormente efficace si traduce nella prevenzione dei danni, dalle reti antiparassitarie all’impiego di insetti antagonisti, come il Trisolcus Iaponicus.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
4 + 3 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top