Ruinon. Luce solo dopo il tunnel.

Queste le parole del presidente della Provincia di Sondrio, Elio Moretti, a margine dell’incontro organizzato presso la Sala delle Assemblee di via XXV aprile per la tarda mattinata di oggi. Con lui, l’ingegner Antonio Rodondi, dirigente lavori pubblici della Provincia di Sondrio, il dottor Cesare Pedranzini assieme a Luciana Tonini, entrambi della segreteria generale provinciale. Un incontro nato dalla necessità di riaffermare, alla luce delle recenti polemiche, quanto sia fattivo, da parte della Provincia, l’impegno al fine di risolvere i forti disagi nell’area della Valfurva causati dai movimenti franosi del Ruinon e che a tutt’oggi tagliano fuori il paese di Santa Caterina, causa la chiusura della strada provinciale 29 dopo che lo scorso 20 agosto un enorme masso era precipitato nell’area stradale compresa tra Sant’Antonio e la stessa Santa Caterina Valfurva. Dopo una stagione turistica estiva quasi del tutto compromessa dagli eventi, l’imperativo è ora puntare ad una stagione invernale quanto più possibile normale. Il progetto c’è ma è necessaria l’interazione da parte di comunità montana e Regione.
Per quanto concerne i problemi legati alla prossima apertura dell’anno scolastico, poi, confermato quanto già anticipato durante la riunione di martedì scorso in prefettura: la Provincia di Sondrio si farà carico dei costi che le famiglie dovranno sostenere per poter permettere ai propri figli di frequentare i corsi scolastici. Trovata dunque una soluzione per i quaranta alunni delle elementari e medie ed i sei bambini della scuola materna. Questi ultimi non avranno bisogno di uscire da Santa Caterina, in quanto sarà un’insegnante a recarsi nel paese a sostegno dei piccoli. Per quanto riguarda, invece, i quaranta studenti delle scuole primarie e secondarie e le rispettive famiglie, sarà dunque la Provincia, in via straordinaria, a sostenere le spese necessarie al loro trasferimento momentaneo oltre il fronte della frana, nel versante di Bormio.
Una soluzione ad un problema che da decenni pende sul futuro di una popolazione, rimane di difficile attuazione. La sola strada percorribile, per Elio Moretti, resta quella della galleria artificiale.
                                                 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top