Virtuosi della chitarra a Ponte.

Riflettori puntati su Ponte in Valtellina per la Masterclass internazionale di chitarra, tenuta dal maestro Laura Mondiello, in corso in questi giorni, anzi, prolungata di un giorno rispetto al calendario fissato. Una manifestazione culturale con un seguito ad ampio raggio, giunta alla sua dodicesima edizione, diventata un punto di riferimento delle nuove istanze del mondo della chitarra.
Ospiti giovani talenti della chitarra, provenienti da tutta la penisola, oltre che dalla Valtellina, alcuni perfino da fuori Italia, già vincitori di concorsi nazionali e internazionali. Sedici giovani, dai 19 ai 28 anni, che tengono ancora viva la passione per la musica classica, sminuita, svalorizzata e poco seguita dalla maggioranza della popolazione giovanile di oggi.
Obiettivo dell’iniziativa è anche quello di valorizzare luoghi ricchi di storia, ma poco conosciuti. Oltre a Ponte, protagonisti i comuni limitrofi di Tresivio, Montagna e Castione Andevenno. Il festival ha preso il via con il concerto di chitarre dell’800 a Ponte, guidato dagli artisti Alberto Rassu e Alberto Santin.
Unire il valore artistico con il tesoro ambientale crea sempre un’alchimia vincente. Slittata a questa sera, massimo a domani, l’assegnazione della borsa di studio, offerta della Comunità Montana di Sondrio e intitolata a Luca Salvadori, destinata a uno degli allievi del Masterclass. Una selezione durissima, dato l’alto livello dei musicisti partecipanti.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 5 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top