Una sorta di seduta fiume, protrattasi ben oltre i tempi previsti, non senza polemiche, come prevedibile.

La prima, mossa dall’opposizione al primo cittadino, che riveste il ruolo di capo mandamento della conferenza dei sindaci sul piano sanitario, accusato di aver prodotto molto poco nei quasi dodici mesi da inizio mandato. Basta silenzi sulla pandemia e su quanto accaduto nella locale RSA.

A fargli eco è stato il consigliere Rovedatti, anch’egli tra i firmatari della richiesta di seduta, che lamenta una pessima gestione dell’emergenza, a partire dalla mancata distribuzione delle mascherine e dell’informazione, sia da parte del comune che da parte della gestione della Fondazione Ambrosetti Paravicini.

Da parte sua, il sindaco Alberto Gavazzi ha difeso l’operato proprio, della maggioranza e della fondazione che gestisce la casa di riposo, non nascondendo la possibilità che lo stato di emergenza da Covid-19 abbia gravato evidentemente sulla gestione.

Evidenziando, però, che se nei primi 4 mesi del 2019 i decessi registrati a Morbegno erano stati 114, in questo 2020 sono stati 141. E’ da evidenziare, ha detto Gavazzi che ieri ha partecipato all’assemblea dei sindaci del mandamento, che un evidente aumento delle morti si registra in quei comuni in cui sorgono delle RSA.

Nella terza parte dell’assemblea, quella in seduta segreta, l’ascolto di testimonianze audio le quali attesterebbero una pessima gestione dell’emergenza virus presso la casa di riposo. A presentarle, l’ex sindaco, Andrea Ruggeri  

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
13 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top