Coldiretti Sondrio: Vitamina C… piace, gusto e salute protagonisti domani all’AgriMercato

Agrumi e rimedi rurali per affrontare meglio l’inverno sono al centro dell’iniziativa di sensibilizzazione firmata Campagna Amica presso il Mercato Coperto di piazza Bertacchi, di fronte alla stazione ferroviaria
Una corretta alimentazione e uno stile di vita sano sono da sempre la miglior prevenzione per garantirci salute e benessere. Questo il tema della giornata di domani, sabato 30 gennaio, nel centralissimo mercato coperto di Campagna Amica a Sondrio, dirimpetto alla stazione ferroviaria in piazza Bertacchi.
“Vitamina C…piace!” è il nome dell’iniziativa, realizzata da Coldiretti Campagna Amica nella città capoluogo.
“Natura e agricoltura – spiega Silvia Marchesini, presidente provinciale di Coldiretti – ci propone per ogni stagione una gran quantità di vitamine e nutrienti adatti a mantenerci in ottima salute. Per esempio in inverno abbiamo agrumi e kiwi, molto ricchi in vitamina C, il cui ruolo di stimolo e rinforzo per il sistema immunitario ci aiuta a prendere le distanze dai malanni stagionali. Ma gli esempi sono moltissimi e radicati anche nell’esperienza tramandata da nonne e mamme che, anche in cucina, hanno saputo creare piatti sani e gustosi per affrontare nel miglior modo possibile la stagione invernale”.
E saranno proprio i rimedi e le ricette, insieme agli agrumi presenti all’AgriMercato, gli indiscussi protagonisti dell’evento di domani.
“Quella di domani sarà una giornata dedicata a chi ha a cuore la salute propria e dei propri cari, che passa dalla consapevolezza sui prodotti che portiamo sulle nostre tavole, da dove provengono e su tutte le loro caratteristiche” sottolinea Marchesini. “La prevenzione passa attraverso accertamenti medici ma soprattutto da corretti stili di vita. L’attenzione ad una corretta alimentazione è un investimento importante e poterlo fare con il mondo dell’agricoltura rintracciabile ne aumenta la valenza”.
Tutti gli AgriMercati presenti in Valtellina si tengono in orario mattutino dalle 8 alle 12.30. Nella città capoluogo, Sondrio, l’appuntamento è duplice: in Piazza Cavour (Piazza Vecchia), ogni venerdì mattina dalle 8 alle 12.30 e in piazza Bertacchi, di fronte alla stazione, ogni sabato mattina presso la struttura dell’AgriMercato coperto. Nel giorno di giovedì, invece, i produttori raggiungono sia Morbegno (via V Alpini) che Tirano (Viale Cappuccini/Piazza delle Torri). E’ invece quindicinale (alternato ogni due settimane) l’AgriMercato di Bormio in piazza Cavour: qui il prossimo appuntamento è domenica 27 settembre.
“Il successo degli AgriMercati firmati da Campagna Amica in provincia di Sondrio è tangibile e conferma il nostro impegno nel promuovere la sicurezza alimentare dei cittadini e un rapporto col cibo basato su una relazione diretta e virtuosa con i produttori” rimarca il presidente Marchesini.
Se infatti i mercati contadini erano inizialmente considerati un canale di nicchia e analogo ai classici mercati rionali, oggi si sono affermati come un modello innovativo, sempre più globale (“food hub”), che solo in Italia ha raggiunto oltre 16 milioni di consumatori, un livello di fidelizzazione del 72% e di soddisfazione pari all’81% (dati istituto Ixè 2020).
I consumatori che scelgono di recarsi nei mercati contadini sono portati all’acquisto, come oramai è noto, dalla provenienza locale dei prodotti, dalla freschezza e stagionalità e dalla sicurezza in termini di salubrità e di qualità; secondo un’indagine condotta presso gli AgriMercati, quasi la totalità dei consumatori intervistati (9 su 10) afferma che comprare prodotti certificati DOP/IGP o direttamente dai produttori agricoli italiani è la principale fonte di garanzia per la propria sicurezza alimentare. Ma c’è un altro driver di scelta che i produttori devono sempre monitorare e verificare, ovvero il rapporto qualità/prezzo. Complice il periodo di contrazione dell’economia nazionale come conseguenza dell’emergenza sanitaria, 1 acquirente dei Mercati di Campagna Amica su 4 afferma che avrebbe qualche difficoltà se i prezzi aumentassero. Un aumento improprio dei prezzi dei prodotti potrebbe tradursi quindi in una riduzione della clientela e della fidelizzazione.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top