Ugo Parolo. Mozione per la Montagna e OK del governo.

Una prima volta per questa legislatura che segna un fondamentale passo nell’ambito della rappresentanza delle aree montane al governo.
Parliamo del voto all’unanimità che, nella giornata di ieri, ha accolto la mozione sottoposta dall’onorevole Ugo Parolo, della Lega, presidente dell'Intergruppo parlamentare per lo sviluppo della Montagna, al fine di indirizzare l’azione del governo verso i temi delle politiche del territorio montano. Questo, in vista degli stati generali della Montagna, che avranno luogo questo venerdì.
Rappresentanza, fiducia e specificità: questi i tre principi su cui la mozione poggia.
Nella mozione, Parolo auspica un rapporto di reciproca fiducia tra Stato e Cittadino, al fine di favorire regole di convivenza e senso di appartenenza. In sintesi, un ritorno all’idea di comunità, necessario per il deputato leghista in una realtà, quella montana, in cui l’autorità dello “stato padrone” è vissuta come imposizione “insopportabile e mortificante su ogni iniziativa”.
Troppa burocrazia fa male alla montagna, favorendo la fuga delle popolazioni dagli ambienti alpini.
Il riferimento è alla VAS, la valutazione ambientale strategica, il processo sistematico di valutazione dell’impatto ambientale applicato a piani e programmi, invece che a singoli progetti, che viene esclusivamente affidata alle procedure macchinose delle burocrazie. Per non parlare del concetto di paesaggio, oramai divenuto sinonimo di vincoli e lacci impossibili da accettare per un comune cittadino.
In tema di specificità, l’onorevole Ugo Parolo richiama poi alla pluralità delle montagne, traducibile in differenziazioni territoriali ognuna delle quali necessita risposte appropriate alla propria specifica realtà, dal nord al sud della penisola. La risposta all’uniformazione delle politiche, all’omologazione culturale e alle oramai intollerabili politiche del fisco, si chiama autogoverno.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top