Coronavirus. No rischi nazionale cinese Short Track.

"E’ ampliamente operativo l’apparato di sicurezza sanitaria organizzato da Regione Lombardia in stretta collaborazione con il ministero della Salute. I nostri sanitari sono vigili e pronti ad intervenire”. Queste le parole dell’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, in merito ai timori legati alla pandemia del coronavirus cinese esploso nella città di Wuhan e che, allo stato attuale, fa registrare il numero di 106 vittime e circa quattromila persone contagiate.

Sarà l’ospedale Sacco di Milano, per l’area della provincia di Sondrio, il punto di raccolta, in caso se ne rendesse necessaria la pratica, dei test effettuati su eventuali casi sospetti. Casi che, è bene ricordarlo, non sono stati registrati finora sull’intero territorio italiano.

E, a pochi giorni dall’avvio dei campionati mondiali juniores di Short Track a Bormio, al loro arrivo allo scalo milanese i 18 atleti della nazionale cinese sono stati sottoposti ad un minuzioso controllo sanitario, della durata di tre ore, nei locali dell’aeroporto di Malpensa, dove è in attività una equipe medica specializzata. Una volta terminati i controlli, tutti i giovani pattinatori hanno potuto proseguire il loro viaggio alla volta di Bormio.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
5 + 11 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top