Luigi Bombardieri. Un nuovo tributo dal Club Alpino Italiano.

Il riconoscimento ad uno degli alpinisti valtellinesi più rappresentativi, presidente dal 1937 al 1946 del Club Alpino Italiano Sezione Valtellinese di Sondrio, e al quale, al momento della morte, avvenuta nel 1957, fu intitolata la Fondazione che porta il suo nome: la Fondazione Luigi Bombardieri.

Ed è sua la frase, che, d’ora in poi, verrà riportata su tutte le tessere del CAI: ieri, l’annuncio del tributo da parte di Vincenzo Torti, presidente generale del Club Alpino Italiano.

Un riconoscimento alla lungimiranza, al guardare oltre l’ostacolo, in un periodo nel quale l’isolamento forzato, unico reale antidoto a questo nemico chiamato Covid-19, mette tutti quanti noi a dura prova.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
16 + 3 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top