Giornata Europea delle Lingue. A Sondrio Jim Mc Cue.

La diversità linguistica intesa come strumento di comprensione tra le culture, come terreno di scambio nel ricchissimo patrimonio culturale del continente europeo, al centro di questa giornata che, a Sondrio, non poteva avere miglior interprete. Da una parte Jim Mc Cue, editore britannico ed interprete di un enorme lavoro di raccolta e critica letteraria dei poemi di T.S.Eliot, poeta e scrittore appartenente assieme a James Joyce, Ezra Pound e Virginia Woolf al movimento letterario più rivoluzionario del Novecento: il modernismo.

Dall’altra, i principali fruitori di quella letteratura: i giovani, in particolare gli studenti, quelli appartenenti all’ultimo anno di studi dei licei “Piazzi Perpenti” e “Donegani”.

“The Love Song of J. Alfred Prufrock”, letteralmente “Il canto d'amore di J. Alfred Prufrock”. Questo il titolo del componimento al centro della Lectio condotta, interamente in inglese, da Mc Cue.

Traduzione: Pensavo, speravo che i ragazzi ricevessero qualcosa da questo poema, che ritrovassero parte di loro stessi in questo componimento. Quando ho scoperto questo poema, sono rimasto esterrefatto da quanto questo scrittore potesse conoscere così bene i miei sentimenti, come potesse entrare nella sensibilità del lettore. E questa è la ragione per la quale ho lavorato così tanto per capirlo.

Evidentemente accesa, viva la partecipazione degli studenti, nell’ambito di un incontro fortemente voluto dall’Ufficio Scolastico di Sondrio, nella persona del proprio dirigente, Fabio Molinari e dal comune del capoluogo, nella consapevolezza oramai assodata che l’apprendimento di lingue straniere, in un’Europa composta da quasi ottocento milioni di abitanti e quarantasette paesi, sia un bisogno, una necessità primaria sulla quale puntare.

La poesia di T.S.Eliot, così fortemente influenzata, nutrita da differenti correnti letterarie e culturali (forti gli influssi della produzione di Dante Alighieri sui testi esaminati quest’oggi, ed in particolare del XXVII Canto dell’Inferno), diventa così un ottimo esempio di multilinguismo, di convivenza culturale.

Convivenza proiettata verso il futuro e sulla quale Jim Mc Cue non nasconde un certo, ma cauto, ottimismo.

Sono sicuro che possiamo aspettarci molto dai nostri giovani ma, probabilmente, in modi che io non capisco. E’ evidente che ci sia un nuovo movimento nascente con Greta Thunberg, che è una leader, giovane e che rappresenta qualcosa di chiaro, un movimento consapevole, ma questa generazione nata sotto il totale influsso di internet si è formata sotto differenti caratteri, a volte difficili da interpretare.

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
2 + 10 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top