“Lavegin D’Or”. Sondrio Silicon Valley?

Una valle che potrebbe avere le carte in regola per divenire Valley, esattamente come la Sylicon Valley, area della San Francisco Bay famosa per essere la sede delle maggiori aziende di Hi Tech, da cui ci separa un oceano, non solamente d’acqua.
E’ lì che lavora Fabrizio Capobianco, l’ingegnere sondriese che lo scorso sabato è stato insignito del premio “Lavegin d’or 2019”,
A consegnare l’onorificenza, Franco Visintin, presidente dell’associazione Valtellinesi a Milano.
Dal minuto 0,51 (Il lavoro che ha fatto) fino al minuto 1,12 (Il loro pensiero).
E di “Entusiasmo, intraprendenza e capacità di organizzare, di coinvolgere e di precorrere i tempi” parlano le motivazioni dell’assegnazione del premio.

Un portfolio ricco di intraprendenza, quello di Capobianco, approdato in Silicon Valley tre anni dopo la laurea in ingegneria. Da qui, la creazione di Funambol, piattaforma cloud fondata nel 2001, e di Tok.tv, un social network tutto indirizzato allo sport e che permette ai tifosi di tutto il mondo di poter comunicare durante lo svolgimento dei match, come in un virtuale salotto di casa.

In tema di grandi opportunità, il pensiero di Capobianco aderisce ai programmi portati avanti dal comune sondriese tutto indirizzato ad uno sviluppo sul modello delle smart city. Il primo cittadino, Marco Scaramellini, lascia presagire per il capoluogo un futuro improntato sullo sviluppo lavorativo e culturale per i giovani. Esattamente come dall’altra parte dell’oceano.
 

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
2 + 18 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top