Frana di Canargo, emergenza rientrata

Splende il sole, oggi a Delebio, ed i commenti a caldo raccolti lo scorso venerdì sera, nella sala dell’oratorio della parrocchia, evidenziano ulteriormente quanto la rapidità degli eventi naturali possa tragicamente mutare le sorti di una popolazione. Qui, intorno alle 20, l’amministrazione comunale aveva chiamato a raccolta i residenti della zona rossa del paese, quelli che abitano nelle vie a più alto rischio di esondazione del torrente Lesina, qualora si fosse ulteriormente mossa la vecchia frana di Canargo, in Valpianella, spostatasi di ben 7 metri, dopo l’alluvione dell’11 e 12 giugno scorsi. Una mole compresa tra i 400 e gli 800.000 metri cubi di materiale.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top