Genitori ANFFAS. “Scuola, aiutaci”. Risponde Molinari.

“I fronti su cui deve vigilare un’Associazione di Famiglie con Persone Disabili sono molteplici: anzitutto la Salute, la vita quotidiana senza Scuola, i Servizi Diurni, senza Rapporti extrafamiliari, senza trovare modalità e tempi di respiro per i famigliari che si curano delle persone con disabilità, che involontariamente succhiano risorse fisiche e psichiche”.

Comincia così il comunicato reso pubblico nella giornata di ieri da Anffas, l’associazione nazionale delle famiglie di persone con disabilità intellettive e relazionali, ed inviato agli organi di stampa, ai comuni ed all’ufficio scolastico territoriale di Sondrio.

In tempi di lockdown e di chiusura delle strutture scolastiche, a causa del Covid-19, è la famiglia l’entità su cui ricade maggiormente la gestione di tanti ragazzi che, in tempi di normalità venivano assistiti da strutture dal ruolo di fondamentale importanza, come centri diurni. E adesso? Adesso c’è il nulla.

E se è vero che il rispetto della programmazione scolastica quest’anno verrà portato a termine grazie alla didattica on line, è pur vero che tanto rimane ancora da fare per quegli studenti con disabilità intellettive e problemi dello spettro autistico. Insomma, se adesso non è possibile fare affidamento sul supporto personale a cui i familiari sono abituati, un consiglio, uno scambio di battute con gli insegnanti sull’andamento scolastico di questi studenti speciali, bisogna trovare una soluzione. Anche in questi giorni di isolamento: perché dietro quelle porte chiuse, ci sono famiglie lasciate da sole.

E in tutto questo, ad ingigantirsi, giorno dopo giorno, è il disorientamento di tanti giovani e di altrettante famiglie, per cui scuola, insegnanti, centri diurni, rimangono vitali punti di riferimento.

Ed una pronta risposta arriva dal dirigente scolastico territoriale della provincia di Sondrio in persona, da noi interpellato, Fabio Molinari. E una soluzione già si intravede.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
16 + 3 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top