Coronavirus. Tamponi su nove persone.

Nella tarda mattinata di oggi, incontro presso la sede della Prefettura tra il prefetto, Salvatore Pasquariello, e i vertici delle Forze dell’Ordine, ATS della Montagna, ASST Valtellina e Alto Lario, AREU 118 e l’assessore alla Protezione Civile del capoluogo, Lorena Rossatti, circa gli ultimi aggiornamenti concernenti le misure di prevenzione dalla diffusione del Coronavirus lungo la nostra provincia.
Dopo il caso del diciassettenne originario di Premadio, risultato positivo al test ed ora ricoverato presso l’ospedale di Lecco, e le condizioni del quale sono in netto miglioramento, sono attualmente in corso le ultime analisi sui nove tamponi effettuati ad altrettante persone entrate in contatto con il giovane, nei giorni scorsi. L’esito dei test, dovrebbe essere reso noto nella serata odierna.
Le nove persone sotto analisi, sono attualmente nelle proprie abitazioni come da protocollo diffuso da Regione Lombardia e dall’Agenzia di Tutela della Salute ed osservano le prescrizioni mediche che sono state riservate loro.
Altro tema sul tavolo dell’incontro odierno, è quello riguardante il dilagante fenomeno delle truffe, dopo che in altre province si sono registrati casi di sedicenti agenti sanitari, i quali hanno preteso somme di denaro da ignari cittadini.
A tal fine, è di oggi la diffusione di un comunicato redatto dal Comando Carabinieri di Sondrio, finalizzato ad evitare fenomeni di sciacallaggio già in atto e che trovano, nella psicosi da Coronavirus, terreno fertile.
Ulteriore argomento in agenda durante l’incontro odierno, è quello riguardante il provvedimento aggiuntivo sulle attività degli uffici pubblici durante il periodo di allerta virus. Argomento già contenuto nell’ordinanza diffusa nella serata di ieri durante l’incontro nella sede sondriese della Regione Lombardia, incontro al quale avevano partecipato sindaci e rappresentanti dei settantasette comuni della provincia, in videoconferenza con il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera.
Spetterà alla discrezione dei dirigenti la valutazione circa l’opportunità di adottare nelle singole sedi particolari misure circa le riunioni e gli assembramenti di persone all’interno delle strutture aperte al pubblico.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
12 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top