Gallivaggio. Don Andrea: “Non dimenticare”.

 

 Ad un anno dalla frana di Gallivaggio, nel pomeriggio di ieri presso la sala parrocchiale della chiesa di San Lorenzo, a Chiavenna, Don Andrea Caelli, arciprete nella città del Mera ha ripercorso, alla presenza dei media locali, il tragico evento del 29 maggio 2018 e presentato un programma di iniziative in occasione del suo primo anniversario.
“Non dimenticare”: questo l’imperativo da perseguire con una serie di azioni che già vedono interagire tra loro diocesi, fedeli e cittadinanza, uniti sin dall’immediato post di una tragedia portata alla ribalta dai media nazionali.

In calendario, sin dai prossimi giorni, una serie di iniziative in onore della Madre della Misericordia.
Tra queste la costituzione di una commissione diocesana, composta da una decina tra uomini e donne del territorio: il gruppo, allo scopo di sensibilizzare al recupero del santuario attraverso raccolte fondi, esposizioni, cura e messa in mostra di alcune opere tratte in salvo dal santuario, allo scopo di tenere viva la memoria.
Mercoledì prossimo, 29 maggio, la celebrazione del rosario condiviso sul luogo del santuario, miracolosamente risparmiato dalla furia della frana.

Nei giorni scorsi, l’approvazione da parte della sovrintendenza ai beni archeologici, alle belle arti ed al paesaggio, del progetto di ricostruzione e ristrutturazione dell’edificio, per una spesa complessiva di sei milioni di euro.

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
6 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top