COVID. SALVA LA VENDITA VINO IN LOMBARDIA: ACCOLTE LE OSSERVAZIONI DI COLDIRETTI.

Anche in provincia di Sondrio ha effetto la nuova ordinanza: asporto di nuovo possibile dopo le 18
Marchesini: “Importante salvaguardare attività e posti di lavoro contestualmente alla sicurezza”
SONDRIO – Salva la vendita per asporto di vino anche dopo le ore 18 in Lombardia. È quanto afferma Coldiretti regionale nel commentare la nuova ordinanza anti contagio per l’emergenza coronavirus, che recepisce le osservazioni poste da Coldiretti alla Regione.
Con il nuovo testo – sottolinea Coldiretti Como Lecco – è stata ripristinata la vendita da asporto delle bevande alcoliche senza il limite orario, previsto invece nella precedente ordinanza per gli esercizi pubblici e commerciali e per le attività artigianali, compresi quindi supermercati e cantine viticole.
“Grazie al Presidente Fontana e all’Assessore all’agricoltura Rolfi per aver condiviso le nostre osservazioni – commenta Silvia Marchesini, presidente di Coldiretti Sondrio – e per essersi impegnati a rivedere le misure in atto, compatibilmente con la situazione generale che stiamo attraversando, per salvaguardare l’attività e i posti di lavoro delle aziende vitivinicole – settore chiave per l’agricoltura e l’economia in Valtellina e Valchiavenna - colpite dagli effetti della crisi economica generata dal Covid”.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
7 + 5 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top