36 anni fa la frana di Tresenda.

 

Mattina del 22 maggio 1983.
Piove ininterrottamente da tre settimane, le bizzarrie del clima sembrano essere di casa lungo questo lembo di alpi e già dal giorno 21, tra il comune di Chiuro e quello di Bianzone, le piogge hanno superato i 200 mm di livello.
Alle ore 8, una frana di lieve entità, sfonda i muraglioni di contenimento che si affacciano sulla Strada Statale 38, nel tratto compreso fra Chiuro e Teglio. In quell’area non vi sono case e gli abitanti dei caseggiati circostanti, allarmati da un sordo fragore, tirano un respiro di sollievo.
Trascorrono poco più di quattro ore.
Sono le 12,10 quando un’altra frana, ben più violenta della prima, si stacca dalle pareti sovrastanti il paese della media valle. L’origine del distacco è situato poco al di sotto del campanile di Sommasazza.
Tutti i terrazzamenti sottostanti vengono spazzati via: un’immensa mole di fango e detriti rocciosi si schianta sull’abitato sottostante, inghiottendo nella sua foga una decina di abitazioni: al loro interno, là dove le famiglie erano riunite per il pranzo domenicale, rimangono sepolte tredici persone. Per loro, inutile ogni via di fuga.
Trascorrono ventiquattro ore.
E’ il 23 maggio, e la violenza implacabile delle precipitazioni si abbatte ancora, questa volta su un altro paese, situato poco più a valle: è la frazione di Valgella, questa volta alle prime ore del pomeriggio, ad essere sorpresa dalla furia degli elementi.
La frana non lascia scampo ad altre quattro persone le vite delle quali vengono spazzate via dall’inarrestabile onda di detriti e fango.
Di lì a qualche giorno, sarà la prefettura di Sondrio, a comunicare i numeri di quella che, , assieme all’alluvione del 1987, verrà annoverata tra le peggiori tragedie registrate lungo la provincia di Sondrio: 17 morti, 20 feriti e 3205 evacuati tra i comuni di Valdisotto, Bormio, Teglio, Valfurva, Aprica, Tirano, Bianzone, Villa di Tirano, Vervio, Colorina e Campodolcino.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
18 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top