Rolfi ad Albosaggia. "Un esempio".

 

Che la si chiami “A chilometro zero” o “A chilometro vero”, la mensa scolastica di Albosaggia detiene un vero e proprio record: è sulle tavole degli studenti del centro alle porte di Sondrio che tracciabilità degli alimenti, qualità, filiera corta e quindi territorialità assicurano, senza dubbio alcuno, che la refezione dei più giovani venga tenuta sotto controllo, nel pieno rispetto degli standard richiesti, provenendo tutti i prodotti, da aziende agricole italiane ed affiliate a Coldiretti.
Parole di encomio per questa iniziativa vengono direttamente da Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, all’Alimentazione ed ai Sistemi Verdi di Regione Lombardia, ieri in visita nella provincia di Sondrio.
Un progetto, quello attuato nella mensa scolastica di Albosaggia, nato su idea del direttore di Coldiretti Sondrio, Andrea Repossini, ed immediatamente raccolta dal primo cittadino del paese orobico, Graziano Murada, per una sperimentazione partita dall’ottobre scorso.

Un progetto nel quale le industrie agricole coinvolte, che fanno riferimento alla piattaforma di Milano, variano, numericamente, rispetto alla stagionalità. Una tracciatura sempre monitorabile che prosegue poi, dal capoluogo lombardo, alla volta del consorzio agricolo di Sondrio e, da lì, al refettorio scolastico.
L’accuratezza con la quale i cuochi si occupano della preparazione dei piatti, fa il resto.
Di amore a prima vista con Coldiretti parla Fabio Molinari, dirigente dell’ufficio scolastico territoriale. E sono più di duemila i giovani delle scuole primarie di Sondrio che hanno aderito all’iniziativa, lanciata dal Consorzio dei Coltivatori diretti italiani della sezione provinciale, di visitare le aziende agricole del territorio.
Un progetto educativo importante, perché tutto indirizzato alla salvaguardia della salute e del rispetto ambientale.

Entusiasta dell’iniziativa l’assessore Rolfi, che ha premiato il primo cittadino e la direttrice didattica Maria Pia Mollura con una pergamena di riconoscimento per l’ambizioso progetto avviato.
A lui, i ragazzi della Cooperativa SpaH hanno consegnato una serie di prodotti alimentari da loro confezionati.

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
6 + 4 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top