Coro “Ad Libitum”. Un crowdfunding per la bella musica.

Un’iniziativa finalizzata alla diffusione dell’arte ed alimentata da una impagabile passione, costante e colma di motivazione. Parliamo della raccolta fondi organizzata dal gruppo corale Ad Libitum, di Calolzio Corte, composto da coristi provenienti dal Lecchese e dalla provincia di Sondrio, al fine di poter portare in giro, rendendolo fruibile alle platee, un repertorio musicale tendenzialmente legato al genere barocco, aderente per lo più alla produzione di Bach, ma che spazia anche nella musica medievale e rinascimentale.

La storia inizia lo scorso ottobre quando il coro, che quest’anno compie il tredicesimo anno di attività, decide di iscriversi a “La Rete del Dono”.

“Tre concerti, tre repertori, tre paesaggi sonori”, recita l’intestazione che accompagna, sul sito, la raccolta.

Ed è un universo musicale senza dubbio variegato, quello che il gruppo corale si prepara ad offrire al proprio pubblico. Tre periodi storici, culturali, riflessi in tre generi musicali: quello Medievale, appunto, quello Barocco e quello Rinascimentale.

E’ la potenza dell’arte: quella di riuscire a condurre lo spettatore, l’ascoltatore, in un’altra dimensione, lontano dal concreto del quotidiano, talvolta sin troppo alienante. E tutto questo, a ben pensarci, non ha prezzo.

La ricca ricercatezza del Barocco, la maestosità del genere rinascimentale, la sacralità della musica medievale. Un tesoro inestimabile.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
7 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top