“Il boato? Indica l’epicentro del sisma”

Non è usuale, per la provincia di Sondrio, confrontarsi con fenomeni di natura sismica. E, quando accade, la paura è notevole. Comuni sono, invece, altri tipi di dissesti di tipo idrogeologico, smottamenti e distacchi che non solo collegati ad eventuali movimenti tellurici, almeno non di questa magnitudo, pari a 2.7 scala Richter, intendendosi, per tale, l’energia sprigionata dalla scossa sismica. Lucia Luzi, direttore dell’istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, sezione di Milano, inquadra l’accaduto nella corretta dimensione, precisando che si tratta di una scossa di lieve entità e che si riferisce ad una zona a bassa sismicità anche se attraversata dalla faglia tettonica insubrica. Lo storico della sismologia narra di pochi terremoti con epicentro la provincia di Sondrio, il più forte avvertito a Sondrio nel 1891.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
6 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top