Riordino della sanità, Marchica dice no

A Gerlando Marchica, segretario provinciale di Sondrio della formazione politica “Noi con l’Italia”, da sempre attento ai temi della sanità e alla difesa del Morelli di Sondalo come ospedale di riferimento provinciale per le alte specialità, il progetto di riqualificazione della rete ospedaliera di Valtellina e Alto Lario redatto dai tecnici del dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano, non piace. A non convincerlo affatto è, fra l'altro, la scheda di dettaglio riferita al futuro dell’ospedale sondalino, meno circostanziata delle altre, di quella dell’ospedale di Sondrio, in particolare. Perchè sono sì indicate delle ipotesi di lavoro sui sette padiglioni utilizzati, ma l’avvio e il termine del riordino programmato resta top secret. Così come, nella scheda, appare sospetto il mancato esplicito riferimento al reparto di unità spinale.
Altro aspetto rimarcato da Marchica la inadeguata attenzione ai flussi, cioè ai tassi di fuga dei pazienti fuori provincia oltre al dato più propriamente occupazionale.Il riferimento, in particolare, è al personale che afferisce alle alte specialità di chirurgia toracica e vascolare, reparti che il progetto targato Politecnico vorrebbe spostare sull’hub principale di Sondrio.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
13 + 5 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top