A Lanzada Gian Pieretti e Cugini di Campagna.

Doveva essere un concerto sotto le stelle e così è stato, considerando che altre stelle, quelle della musica Pop italiana degli anni sessanta e settanta erano lì, sul palco. Quello allestito a Lanzada, nel piazzale di via Palù, dove lo scorso 10 di agosto a scaldare gli animi di un pubblico da tutto esaurito hanno pensato Gian Pieretti ed i Cugini di Campagna.

Del primo, tra i massimi esponenti di una musica Beat che ancora oggi portiamo nel cuore, non possiamo che annoverare un curriculum interminabile: dapprima a fianco di Ricky Gianco nei Satelliti, poi autore di brani del calibro di “Il vento dell’Est”. Personaggio di spicco della Beat Generation di casa nostra, nel 1966 fu lui a fianco dello scrittore statunitense Jack Kerouack durante le sue conferenze in giro per l’Italia. E poi il festival di Sanremo, con il brano “Pietre”, in coppia con Antoine.

Un’esibizione tutta in acustico, la sua, in compagnia di una vecchia conoscenza delle serate musicali valtellinesi, il cantautore Claudio Damiani, musicista ed autore per Mino Reitano, Little Tony, Toto Cutugno.

Cambio di decade per la seconda parte della serata malenca, e così dal cantautorato acustico e di protesta di Gian Pieretti alle paiette, alle pettinature a microfono, alle zeppe ed ai pantaloni a zampa d’elefante dei Cugini di Campagna, il passo è breve.

Una retrospettiva senza data di scadenza, la loro. Uno show con tante parole, certo, ma si sa, la parlantina alla romana dei gemelli Ivano e Silvano Michetti è esplosiva e trova nel pubblico, per buona parte composto anche di vacanzieri, un sicuro riscontro.

Un viaggio musicale di lungo corso, quello dei Cugini di Campagna, iniziato nel 1970 e che, tra diversi avvicendamenti di alcuni componenti del gruppo, ancora oggi porta in giro tante canzoni, compagne della nostra tradizione musicale e, va detto, decisamente mai fuori moda.

E così, basta intonare le prime note di “Anima mia” per far volare l’entusiasmo del pubblico alle stelle.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
9 + 5 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top