Fiume Adda, interventi per 50 milioni

E’ con questo spirito, fondato sull’utilizzo sostenibile e concordato delle risorse, che Regione Lombardia, Provincia di Sondrio, Comuni, Comunità Montane, Bim, Arpa Lombardia, Enti parco, Camera di commercio e associazioni di categoria, ordini professionali, società idroelettriche e mondo dell’associazionismo, si sono uniti sotto un unico denominatore dando vita e sottoscrivendo, oggi, nella sede dell’ente montano del capoluogo, il “Contratto di fiume dell’Alto Bacino del fiume Adda”.
In gestazione dal 2015, il contratto, è stato siglato alla presenza del ministro per le Politiche Agricole e il Turismo, Gian Marco Centinaio, e dell’assessore regionale alla Montagna, Massimo Sertori, davanti ad un folta platea rappresentativa di tutti gli aderenti.
Quale il ritorno per il territorio di una simile unità d’intenti, lo spiega sempre l’assessore regionale, quotidianamente sul pezzo quando di tratta di argomentare sul tema “acqua”.
Cinquanta i milioni di euro stanziati, di cui il 75% già finanziati per un totale di 77 interventi di tipo strutturale, cioè riferiti a opere di difesa e regimazione idraulica, piuttosto che manutentive, e di tipo non strutturale, cioè inerenti monitoraggi, formazione, didattica, comunicazione.
A sottoscrivere il contratto, infatti, anche una ventina fra associazioni sportive, ambientaliste, culturali, di servizi, pescasportivi in primis.
Già concluso il primo intervento effettuato sulla base del contratto di Fiume.
A sintetizzare la salute dei nostri fiumi è il presidente Arpa Lombardia, sottoscrittore del contratto.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top