Pedrazzi e Sertori. Segnali forti per la montagna.

Nell’odierno consiglio regionale, l’approvazione delle Misure di sostegno ai cittadini, alle famiglie, ai lavoratori colpiti dalla crisi del Coronavirus.

 “Regione Lombardia sta rispondendo con ogni mezzo a sua disposizione per fronteggiare una pandemia che purtroppo non si poteva prevedere”, ha commentato il consigliere regionale Simona Pedrazzi. “Da valtellinese, ho proposto un emendamento che chiede di utilizzare e sfruttare le tante potenzialità naturali offerte dall’ambiente montano e rurale per aiutare, dal punto di vista psicofisico, i tanti operatori sanitari che stando combattendo in prima linea”.

Nello specifico, l’emendamento del consigliere leghista, chiede quindi di avvalersi delle nostre potenzialità ambientali a beneficio di tutti quegli operatori sanitari i quali frequentano i corsi di aggiornamento sfruttando tutto ciò che la natura e la montagna possono offrire, come la possibilità di svolgere attività fisica all’aria aperta, lontano da quell’ambiente duro e sterile vissuto durante il virus.

“Tutto questo”, continua Simona Pedrazzi, “darebbe la possibilità al turismo montano di poter beneficiare di aiuti economici da parte anche della Regione”.

Il riferimento è inoltre alle nuove normative che impongono distanze di sicurezza, e per il rispetto delle quali saranno necessari spazi più ampi che un territorio come quello della nostra provincia potrà mettere a disposizione.

Sullo stesso tema, quello della sicurezza dei turisti e dei nuovi protocolli di distanza, anche in ambito turistico, si è espresso quest’oggi l’assessore a Enti locali, montagna e Piccoli Comuni della Regione Lombardia, Massimo Sertori, il quale ha confermato l’appoggio della regione al mondo dei rifugi alpini, dichiarando: “In questo momento appare improprio azzardare ipotesi di chiusura, sicuri della professionalità dei gestori che sapranno garantire la tradizionale funzione di accoglienza, di presidio dei territori montani e di sicurezza per tutti i frequentatori”. L’assessore ha inoltre annunciato l’imminente uscita di un bando di finanziamento per la promozione dei rifugi, con specifici incarichi da ERSAF. Per sostenere maggiormente i gestori dei rifugi e favorirne la fruizione, ha continuato Sertori, “il mio assessorato ha proposto una modifica alla legge regionale 26/2014 rispondendo all’esigenza di erogare contributi in capitale a fondo perduto (2 milioni per il triennio 2019-2021) fino all’80% della spesa ritenuta ammissibile.

L’approvazione del progetto di legge, è prevista per il prossimo12 maggio.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
5 + 12 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top