L’Alzheimer attraverso la danza

E’ sulle note di “Quelli che restano”, magico duetto targato Francesco De Gregori-Elisa, che scorre il tema dell’Alzheimer di cui ricorre, domani, la 26esima Giornata Mondiale. Celebrata anche a Sondrio con “Una mela per l’Alzheimer”, gazebo con distribuzione di mele della Valtellina che verrà allestito, domattina, dalle 8.30 alle 12.30 in piazza Campello. Ma il piatto forte del momento di sensibilizzazione si è tenuto ieri sera, nel Ridotto del Teatro Sociale, dove l’Associazione Alzheimer e demenze della provincia di Sondrio, in collaborazione con Sente-Mente e col patrocinio del Comune di Sondrio, presente l’assessore alla Cultura Marcella Fratta, ha organizzato una serata di Teatro Danza a cura di Martina Medde, responsabile dell’associazione culturale “Come mi senti” e regista della pièce ben eseguita dai 15 ballerini sulla scena, con melodie, dal vivo, di Daniele Tognoli.
Spettacolo ispirato al libro #lavitanonfinisceconladiagnosi di Letizia Espanoli, fondatrice del Sente-Mente Project, sposato da 46 amministrazioni comunali fra cui, in provincia, Bianzone e Villa di Tirano. Centri in cui questa sera, a Bianzone, e il 26 prossimo, al polifunzionale di Villa, si replicherà il momento divulgativo.
La malattia coinvolge non solo il paziente, ma l’intera sua famiglia. Oltre 2mila i casi, fino a qualche anno fa, in provincia, in netto aumento.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 16 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top