Rally Maroggia, fascino vintage.

 

Una trentina di “vecchie signore” dall'intramontabile fascino che non sembrano sentire il peso degli anni, un impegno certosino, una sfida lungo un percorso di 60 km studiato nei minimi dettagli che ha messo in luce le bellezze paesaggistiche della valle con scorci mozzafiato fra Ardenno, Morbegno, Talamona, Caspano, Serone e Dazio. Questi gli ingredienti del “Rally del Maroggia”, mitica kermesse organizzata da oltre 10 anni dal Valtellina Veteran Car, in scena domenica scorsa in una giornata graziata da uno splendido sole. Ma il segreto di aver creato un evento dalla bellezza unica è tutto nell'organizzazione messa in campo da chi i motori li ha nel dna così come l'amore per il proprio territorio che sa ben veicolare vista la presenza durante l'evento di diversi appassionati da fuori provincia. Un “rally passerella”. Un viaggio a misura d'uomo, senza fretta, come il lento incedere che “la guida” delle vecchie signore richiede condita, però, da qualche “sgommata”. Per gli equipaggi partenza da Berbenno e arrivo nella piazza di Buglio in Monte dove le auto sono rimaste in esposizione. Carrozzerie cromate con alle spalle lustri d'asfalto e forme sinuose. Alfa Romeo, Spider, Lancia. Vittoria alla Lancia Fulvia coupè classe 71 di Cucciniello. Secondo posto per l'Alfa Romeo 1750 GTV del 71 di Marcassoli. Terza una Ford Fiesta classe 80 di Molina. Ad attirare maggiormente gli sguardi, però, una poderosa Ford Mustang del 72. Non sono mancati gli equipaggi femminili. La giornata si è conclusa con il pranzo e le premiazioni. Ha trionfato il fascino vintage e un settore come quello delle auto d'epoca che non conosce crisi.

 

 

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
10 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top