A Morbegno il “jet-set” dell’istruzione

Si sono accesi i riflettori sulla città del Bitto, che ha ospitato, oggi, la cerimonia regionale di inaugurazione del nuovo anno scolastico. Una manifestazione solenne che ha potuto contare sulla presenza istituzionale di Delia Campanelli, direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia. Presenti le figure che compongono la scuola: studenti, docenti, dirigenti, personale tecnico amministrativo, organizzazioni sindacali. Fra gli ospiti, posto di riguardo per Luigi Berlinguer, già ministro della Pubblica Istruzione.
La giornata è cominciata con la visita delle autorità agli istituti comprensivi “Spini-Vanoni” e “Damiani” di Morbegno, e alla scuola dell’infanzia “Girasole”, dove i bimbi hanno riservato un’accoglienza speciale con tanti canti. Poi il trasferimento in Sant’Antonio, per il momento ufficiale, con l’esecuzione dell’inno dell’Unione Europea e d’Italia, da parte dell’orchestra dell’Indirizzo Musicale dell’Istituto Spini-Vanoni. Poi gli interventi delle istituzioni, a partire da un emozionato Fabio Molinari, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio, che ha portato i saluti, insieme ad Alberto Gavazzi, sindaco della città del Bitto, e a Paola Spena, Prefetto di Sondrio. Lorenzo Passerini, direttore d’orchestra e Marco De Gasperi, campione mondiale di corsa in montagna, hanno evidenziato l’importanza del percorso scolastico nelle loro carriere. Anche Giovanni Fosti, Presidente della Fondazione Cariplo ha voluto mandare i suoi saluti tramite un video-messaggio. Dulcis in fundo, dopo l’intervallo musicale dell’Orchestra “Pinchetti” di Tirano, diretta dal Maestro Amedeo Orio, le parole della dottoressa Campanelli, alla sua ultima inaugurazione scolastica. Libertà, responsabilità, consapevolezza e la realizzazione dei sogni: tutto parte dalla scuola. L’istruzione è il fine primario della nostra nazione, senza di essa non c’è futuro. La scuola è presidio della libertà, della difesa e dei diritti.

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
5 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top