Nove milioni per gli impianti di risalita

A sette giorni dal verdetto finale, quello atteso per lunedì prossimo, 24 giugno, quando il Comitato Olimpico Internazionale, riunito a porte chiuse a Losanna, deciderà fra Milano-Cortina e Stoccolma-Aare come località destinate ad ospitare le Olimpiadi 2026, Regione Lombardia va in pressing. Lo fa con una campagna social condotta insieme a Luca Zaia, governatore del Veneto, e a Beppe Sala, sindaco di Milano, e Gianpietro Ghedina, primo cittadino di Cortina d’Ampezzo. Lanciati da Attilio Fontana gli hashtag #milanocortina2026 e #wedreamtogether con l’invito a pubblicare post con messaggi, notizie, foto e video a sostegno della candidatura italiana e, in parte, anche valtellinese. Ad essere coinvolte, in particolare, Livigno, per le gare di freestyle e snowboard, e Bormio, per lo sci alpino maschile.
E in previsione di una vittoria in cui Regione Lombardia crede, è di ieri anche un importante stanziamento in favore dell’ammodernamento degli impianti di risalita e dell’innevamento programmato di tutta la regione. Pari a 9 milioni e 400mila euro l’investimento previsto su due bandi, quello denominato “Neve programmata h48”, che si porta in dote 8 milioni di euro, e quello denominato “Innevamento 2019” per 1,4 milioni destinato a coprire le spese di gestione degli impianti.
Il primo bando, quello h48, punta a permettere l’innevamento in massimo due giorni delle piste, con contributi elargiti a fondo perduto, fino al 50% dell’importo ammissibile, con un massimo erogabile di 800mila euro e un minimo ammesso di 50mila.
Il secondo bando, prevede contributi a fondo perduto fino al 70% delle spese ammissibili per la copertura di costi di esercizio come i consumi energetici, il carburante e l’acqua utilizzata per l’innevamento artificiale.
Le domande possono essere presentate da soggetti pubblici e privati gestori di impianti di sci e associazioni o società sportive dilettantistiche. Per il bando h48 sarà possibile farlo dal 1° agosto a fine anno con avvio lavori entro il 31 luglio 2020 e il termine entro il dicembre 2021. Mentre per il bando Innevamento la presentazione domande è prevista fra il 4 settembre e 20 ottobre prossimi. Entro fine anno verrà erogata la prima quota di contributo, 100mila euro tra tutte le domande ammissibili, e entro il 28 febbraio 2020, la seconda quota, pa ri 1,3 milioni.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
15 + 4 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top