Winter Deaflympics. Ieri la presentazione.

 

Presentate ieri a Milano, presso il Palazzo della Regione, le Winter Deaflympics 2019, le Olimpiadi invernali dei non udenti. Per l'evento, giunto alla sua 19esima edizione e che sarà ospitato da Valtellina e Valchiavenna, prevista una presenza di circa cinquemila persone. Tra queste, mille tra organizzatori, accompagnatori e naturalmente atleti che si dovranno cimentare lungo sei discipline: sci alpino, sci di fondo, snowboard, hockey su ghiaccio, curling e, per la prima volta nel set list delle competizioni, scacchi.
Organizzatori dei giochi, la FSSI, Federazione Sport Sordi Italia, affiliata al Comitato Paralimpico Nazionale, con il sostegno della ONLUS Cancro Primo Aiuto.
Per le Winter Deflympics, un felice ritorno nel nostro paese. Unico precedente, i giochi disputati a Madonna di Campiglio nel 1983.
Per Piero Samueli, presidente del comitato organizzatore dell’evento, una grande opportunità di inclusione per la popolazione atletica dei non udenti.

Per le Olimpiadi invernali dei sordi, appuntamento dunque dal 10 al 20 dicembre prossimi. Questi i teatri delle competizioni:
Sci alpino, sci nordico e snowboard a Santa Caterina Valfurva.
Hockey e Scacchi a Chiavenna.
Per il Carling, lo scenario sarà invece quello di Madesimo.

Una grande manifestazione, di fatto un raccordo che unisce ambiti sportivi ad aspetti turistici e sociali.
Di prove generali per le Paralimpiadi del 2026 ha parlato il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
4 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top