Sci, una stagione da incorniciare

Una stagione dello sci da incorniciare quella che sta volgendo al termine in provincia di Sondrio.
Bilancio positivo per un settore che impiega, nelle sole Valtellina e Valchiavenna, 600 lavoratori annuali e stagionali addetti agli impianti, senza considerare tutto l’indotto, rappresentato dalla ricettività alberghiera, dalla ristorazione e dal commercio. Comparto che, ad oggi, vede tutti gli operatori soddisfatti, da Madesimo a Livigno, passando per la Bassa e Media Valtellina.
Aperti dal 24 novembre scorso fino a lunedì prossimo gli impianti di Madesimo che archiviano una stagione più che soddisfacente, parola di Marco Garbin, direttore della skiarea madesimina. Più 5% sugli incassi e + 3% sulle presenze rispetto allo scorso anno, nonostante le prolungate chiusure dovute al forte vento che ha imperversato dal 30 dicembre al 14 gennaio. Bene anche Pescegallo che, nonostante abbia perso completamente il periodo di Natale, si è rifatta subito dopo con impianti che resteranno aperti fino a lunedì. Ad aver già chiuso i battenti, invece, la Valmalenco, che aveva fissato, da calendario, lo stop al 7 aprile e l’ha rispettato, dal momento, assicura Livio Lenatti, direttore della Fab, Funivia al Bernina, che “l’affluenza era già all’osso da qualche giorno”. Buona, comunque, la stagione anche al Palù chiusasi in bellezza coi mondiali di snowboard.
Bene anche ad Aprica che ha registrato una flessione a gennaio, ma una netta ripresa a febbraio e marzo, mesi che hanno riportato la stazione in pareggio. E, data l’eccezionalità di un aprile coi fiocchi, si potrebbe arrivare ad ipotizzare anche un segno + davanti ai dati definitivi che si potranno avere solo al termine della stagione che si chiuderà lunedì sera su tutto il comprensorio salvo la Magnolta, che proseguirà fino al 28. Nulla da eccepire neppure nel comprensorio di Bormio, la cui Società impianti ha lavorato molto bene e proseguirà fino al 22 compreso. 800 gli ingressi oggi in pista, quando siamo, ormai, a termine stagione.
Boom di presenze, in questi giorni a Livigno dove è in atto la promozione di fine stagione “skipass free”. Si contavano, oggi, 10mila sciatori nel Piccolo Tibet. Eccezionali le temperature che permettono di sciare ottimamente ancora fino in paese. Impianti aperti fino al 28 al Mottolino. Fino al 1° maggio al Carosello. Si procede fino al 28 aprile anche a Santa Caterina Valfurva, altra stazione che archivia una stagionalità di tutto interesse, e che chiude ospitando i campionati internzionali delle guide alpine. Ottime le prospettive per le imminenti festività pasquali, particolarmente lunghe se si considerano i ponti del 25 aprile e del 1° maggio che annunciano presenze interessanti in tutte le stazioni turistiche della nostra provincia.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 11 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top