SINBIOVAL. Asse Valtellina-Valposchiavo per il Bio.

Si chiama SINBIOVAL il progetto votato alla promozione ed al consolidamento dell'agricoltura biologica in Valtellina e Val Poschiavo. Un ponte tra Italia e Svizzera, che conta su fondamenta che affondano su una vocazionalità della montagna, sulla sua tradizione e sulla urgenza attuale di stabilire modelli di produzione e di consumo sostenibili.
La conversione al Bio è possibile, sul modello intrapreso sul versante elvetico con il progetto 100% Bio Valposchiavo. E’ necessario, però, indirizzare la produttività del settore primario verso rapporti con il turismo, basandosi su una nuova fruizione dei territori, sugli scambi reciproci delle produzioni Bio, sulla creazione e sul rispetto di nuovi disciplinari condivisi e contando, poi, su marchi dedicati.
Il progetto, parte del programma Interreg, voluto dal Fondo europeo di sviluppo regionale per la cooperazione tra regioni, 2014-2020, è stato presentato lo scorso sabato a Morbegno, nell’ambito della centododicesima edizione della Mostra del Bitto.
Obiettivi da perseguire, in una terra quale la Valtellina e la Valchiavenna, in cui l’agricoltura di qualità rappresenta già una dominante, l’innovazione verso il biologico, che permetterà all’indotto agroalimentare di divenire ancor più prodotto di nicchia, e la conseguente maggiore redditività per coltivatori ed allevatori.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 10 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top