Auto nel Frodolfo l'8 agosto scorso: non è andata come raccontano gli amici.

Potrebbe non essere andata come hanno raccontato gli amici di Patrick Compagnoni la sera dell’8 di agosto scorso, quando l’auto a bordo della quale viaggiavano 4 coetanei di Valfurva è uscita di strada sulla provinciale 29 del Gavia, finendo nel torrente Frodolfo. E' quanto riportato sul Corriere della Sera di oggi. Nell’incidente, lo ricorderete, aveva perso la vita Patrick Compagnoni, che rientrava con gli amici 18enni dopo una serata trascorsa ad allestire il carro dei coscritti. Erano stati proprio gli amici, illesi, a raccontare ai soccorritori che alla guida dell’auto uscita di strada vi fosse Patrick. L’esame alcoolemico era stato fatto, in tal modo, soltanto sulla vittima. Ma le indagini paiono smentire questa versione dei fatti: Patrick sarebbe stato seduto al lato del guidatore, mentre l’auto sarebbe stata guidata dal giovane che dichiarò di essere seduto accanto a Patrick. I 3 giovani sono stati raggiunti da un avviso di garanzia e risultano indagati da procura di Sondrio e Tribunale dei minori di Milano per omicidio colposo e favoreggiamento personale in concorso con la premeditazione. Il giovane alla guida deve aver convinto gli amici a raccontare la stessa versione dei fatti: convocati, i 3 si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.
  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
9 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top