Un Best Rock Festival mai visto.

Rock, blues, metal di scena a Berbenno con il festival tenutosi pochi giorni fa nel piazzale delle Elementari per iniziativa dell’associazione culturale B. Love. Evento che ha avuto un grosso riscontro da parte dei giovani, oggi più attratti da generi come il trap e l’hip hop. Undici le band che si sono esibite, provenienti da tutta la penisola. Quelle di maggior spicco: i Destrage, uno dei migliori gruppi metal non solo d’Italia, ma d’Europa degli ultimi anni, i The Cyborgs, duo rock’n’roll con maschere da robot, che si fanno chiamare One e Zero, come i simboli del codice binario, senza dimenticare la cantautrice di Morbegno Giorgieness, che nella prima serata è stata protagonista di un palco tutto al femminile. Altri ospiti, tutti molto applauditi, i “Venus in Furs”, trio pisano, “Il Gigante”, blues/rock band di Foligno, i milanesi “Tres Habaneros”, e i giovani valtellinesi Kernel Panic. Altre band protagoniste: I Black Elephant, della Liguria, che mischiano rock psichedelico, stoner e blues, gli Ex Monroe, di Lecco, il gruppo punk “Belsen Boys” dalla Valchiavenna e i Superme!e da Tirano. Musica di qualità accompagnata da una buona cucina, si è potuto gustare un menù messicano e la birra artigianale di Caiolo. È stata l’edizione dal punto di vista musicale più riuscita, che ha raggiunto vette mai toccate negli anni precedenti. L’Associazione Culturale B. Love sta già pensando alla kermesse del 2020, con l’obiettivo di alzare ancora l’asticella.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 3 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top