Valfurva. Strada chiusa, monta la polemica.

Piovono dure critiche sulla Provincia di Sondrio in seguito alla chiusura venerdì, e alla quasi immediata riapertura, della strada per Santa Caterina. Una decisione quella dell'Ente gestore, messo in allarme per il continuo movimento della frana del Ruinon, che ha l'amaro sapore di un autogol

A mente fredda è difficile infatti capire come nell’arco di 24 ore si sia passati da una elevata criticità ad un liberi tutti. E in tempi di social certe notizie ci mettono poco a diventare virali, e la riapertura della strada fa sempre meno notizia della chiusura.

Luca Bellotti, vice sindaco di Valfurva, non usa mezze parole nel manifestare il suo disagio nei confronti dell'ente Provincia

E' un crinale delicato quello su cui devono camminare contemporaneamente la sicurezza dei cittadini e le esigenze economiche e turistiche di un comprensorio già messo in ginocchio dalla pandemia. Il danno mediatico è sempre dietro l'angolo.

Bellotti rivendica in tal senso gli interventi fatti per mettere in sicurezza la frana del Ruinon.

Si tocca qui un nervo scoperto. Il turismo in Alta Valtellina ha dovuto fare i conti con le perdite dovute al Ruinon nel corso dell’estate 2019 e la chiusura forzata e anticipata della stagione invernale a causa del Covid-19. Facile dunque capire perché i toni siano rimasti alti in queste ore.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 8 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top