Soccorso Valle Spluga. Storie di solidarietà.

Dal recupero di medicine, alla consegna della spesa e fino al trasporto di persone bisognose di assistenza perché sole: il tutto, qualora l’assistito ne abbia la possibilità, ad offerta libera.

Si chiama Soccorso Valle Spluga ed è il servizio in funzione dal 2013. Ad idearlo, l’ex capo dei volontari del distaccamento dei vigili del fuoco di Campodolcino, Fabio Guanella.

Più che un servizio, una vera e propria missione, la quale punta a colmare anche quel fenomeno, purtroppo crescente, che si chiama solitudine e che in un momento storico come l’attuale riguarda sempre più persone, indipendentemente dall’età anagrafica. In tempi di Coronavirus, l’operato di Soccorso Valle Spluga diventa così un tassello fondamentale nella rete di servizi lungo un territorio non sempre facile da servire.

Aumentata del 20% l’attività del gruppo, dall’inizio della diffusione del Covid-19 che, anche da queste parti, conta casi di positività al virus.

Due gli automezzi sui quali può contare l’associazione per le proprie operazioni di trasporto, portate a termine ogni giorno con la stessa voglia di fare che non incontra mai limiti dinnanzi a sé. E’ la forza della solidarietà.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
11 + 3 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top