Classica, jazz, tango: il Cid si contamina

Dalla classica di Mozart e di Brahms, eseguita dal Quartetto Ciaikovkskj di Mosca, alle grandi musiche da cinema proposte dall’Ensemble Classica Trio, passando per il recital di Stefano Grondona, chitarra, per il tango argentino di Raccontango, fino al jazz di Tres Mundos, agli Ottoni Gomalan Brass impegnati nientemeno che nell’Aida di Verdi, fino alla Messa per soli, coro e orchestra di Puccini e alla Quinta di Beethoven proposti dalla Civica Scuola di Musica Claudio Abbado e dai Cori Civici di Milano. Sette appuntamenti che fanno della Stagione Musicale del Cid, la numero 57, una proposta di tutto rispetto per Sondrio. Presentata oggi, in Comune, alla presenza, fra gli altri, di Marcella Fratta, assessore alla Cultura, e di Maria Giovanna Versienti, presidente Cid, partirà il 21 novembre prossimo.
Una collaborazione che si estende alle scolaresche, perché, ogni anno, la partecipazione attiva degli studenti è nelle cose. Stavolta si realizza con il quintetto di ottoni in scena il 23 aprile del prossimo anno nell’inedita rappresentazione dell’Aida.
Location, non solo il Teatro Sociale di Sondrio, per le date del 21 novembre, 25 gennaio, 10 febbraio e 23 aprile, ma anche la chiesa Collegiata per il concerto del patrono del 20 giugno, e, la novità, l’auditorium Leone Trabucchi di Castione Andevenno per Raccontango, il 28 marzo, e per Tres Mundos, il 16 maggio, in collaborazione con Ambria Jazz dove accordeon, chitarra e basso acustico dialogheranno su suoni italiani, brasiliani ed argentini.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top