Processo Trokic: otto anni

Si è chiuso con la condanna al massimo della pena, ridotta di un terzo per effetto del ricorso al rito abbreviato, il processo a carico di Mirza Trokic, il 39enne di origini bosniache, ma residente a Sondrio, chiamato a rispondere di omicidio colposo aggravato per la morte di Daniele Bertolini, 18 anni, di Buglio in Monte, avvenuta la sera del 19 ottobre dello scorso anno, sulla statale 38, a Castione Andevenno, dove l’imputato centrò in pieno, in fase di sorpasso, il giovane a bordo del proprio ciclomotore.
Otto anni di reclusione la pena inflitta dal giudice Pietro Della Pona, e richiesta dal pubblico ministero Elvira Antonelli, oltre al pagamento delle spese processuali e di quelle di mantenimento in carcere durante la custodia cautelare. E condanna al risarcimento del danno in favore delle parti civili con rifusione, alle stesse, di 26mila euro per spese di costituzione e difesa, e di una provvisionale, immediatamente esecutiva, di 200mila euro per ciascuno dei genitori della giovane vittima, Gianna Perregrini e Giampiero Bertolini, e di 30mila euro per ciascuno dei nonni, Fernanda Cucchi e Franco Perregrini. Disposta, infine, la revoca della patente di guida per Trokic che, quella sera, di rientro dal lavoro presso l’ospedale di Gravedona, dove era impiegato come infermiere, si era fermato in un bar di Dubino per assumere un cocktail, per rimettersi in viaggio intorno alle 22, e, presumibilmente aver assunto cocaina poco dopo, considerato che l’incidente, a Castione, si è verificato intorno alle 23.32, quasi un’ora e mezza dopo lo stop al bar.
Tant’è che dalle analisi effettuate dalle forze dell’ordine è emerso chiaro il fatto che avesse assunto sia alcool sia droghe. Romualdi ha avanzato alcune rimostranze al giudice, non accolte, rispetto alla procedura seguita in fase istruttoria.
Mirza Trokic non era presente, questa mattina, in tribunale, mentre lo era la famiglia Bertolini al completo.
No comment da parte del giudice e del pubblico ministero, per la prima volta alle prese, nel nostro tribunale, con un caso di omicidio colposo stradale come da nuova legislazione. Entro 90 giorni verranno depositate le motivazioni della sentenza, e, la difesa avrà tempo altri 45 giorni per presentare ricorso in appello. Attualmente, Mirza Trokic, sposato, due figlie, è agli arresti domiciliari. La famiglia Bertolini, unita e stretta nel suo dolore, essendo Daniele figlio unico. Due nuclei famigliari in sofferenza.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
4 + 15 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top