"Nati per Leggere" premia la rete.

 

Un riconoscimento che fa decisamente bene.
Sono molteplici gli studi che confermano che la lettura ad alta voce, rivolta ai più piccoli fin dai primi mesi di vita, abbia valenze di fondamentale importanza sia a livello cognitivo che emotivo, rafforzando il rapporto fra adulto che legge e bambino in ascolto.
Una serie di evidenze per le quali la Provincia di Sondrio ha deciso di aderire, sin dal 2006, ad un progetto nazionale che ha, tra i fini principali, quello di promuovere la diffusione della lettura ad alta voce nelle famiglie con bambini in età prescolare, segnalare la migliore uscita editoriale ad essi destinata e stimolarne lo sviluppo, oltre che diffondere l’attività in rete fra differenti istituzioni che, sul territorio, operino alla promozione di lettura e salute.
Tutto questo è “Nati per Leggere”, premio nazionale istituito nel 2009 dalla regione Piemonte, e conferito, lo scorso lunedì, alla provincia di Sondrio, presso il salone internazionale del libro di Torino. Ieri, al palazzo del governo, la presentazione.
Intervento di Isabella Mangini, coordinatrice sistema bibliotecario della Valtellina

Negli ultimi anni, il rafforzamento della collaborazione tra bibliotecari, pediatri (ben dodici quelli che aderiscono al progetto locale) ed operatori dei consultori, insegnanti delle scuole dell’infanzia e degli asili nido oltre a tanti, tanti volontari.
Intervento di Lorella Cecconami, Direttore Generale ATS della Montagna, Clip 61201 dal minuto 0,43 (Si comincia sempre da piccoli) fino al minuto 1,17 (Anche negli anni futuri).

Tra ATS della Montagna ed ASST, un protocollo triennale d’intesa stipulato nel 2017.

 

Un progetto articolato, dunque, per il numero di attori che ad esso aderiscono ed una sfida resa non facile dall’estensione spaziale in cui “Nati per Leggere” trova applicazione: ben 3.000 chilometri quadrati, su un territorio per buona parte montuoso. Settantasette comuni per 181.000 abitanti. Un premio, dunque, più che meritato.

 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
2 + 4 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top