Anais trionfale

Una notizia da lasciare esterrefatti: Edoardo Bennato il 31 agosto sarà sul palco del polifunzionale di Villa di Tirano. E' bastato il nome a scatenare l'adrenalina. Lo ha annunciato sabato scorso Daniela Morelli, responsabile dell'Ufficio Eventi alla fine del concerto di Anais Drago e dei “suoi” Torpedo blu. Da non credere. In molti, infatti ,sono rimasti scettici per poi premurarsi però subito dopo nel recuperare informazioni sulla prevendita, sia mai arrivare tardi! Non sbaglia davvero un solo colpo il comune di Villa di Tirano che incassa un altro meritato successo e fa ancora centro. La mira, da un po' di tempo, del resto è diventata infallibile grazie anche alla direzione artistica di Ezio Bianchi e all'impegno del responsabile dell'ufficio eventi da sempre in prima linea con l'amministrazione nel promuovere il territorio e le sue potenzialità. E così il piccolo comune del mandamento tiranese anche stavolta si porta “a casa” un artista di peso così come di peso è stata la kermesse musicale di sabato sera promossa in sinergia con il Consorzio Turistico. Chiamarlo “concerto” in verità appare riduttivo per una notte da conservare negli annali e che, con la sua musica, ha acceso emozioni a tempo di swing, dall'inizio alla fine.
Interminabile e convinta standing ovation per Anais e i Torpedo Blu con una platea di 300 persone in stato di grazia. O forse sarebbe il caso di dire: tutto secondo aspettative dal momento che la loro professionalità è ben risaputa. Un concentrato di potenza, talento ed eleganza la violinista Anais Drago e un gruppo degno di nota: Giacomo Lamura (cantante e chitarrista) Paolo Grappeggia (contrabbasso), Alex Cristilli (batteria). E poi grande,grandissima musica d'autore, autentiche gemme melodiche interpretate con tocco delicato capaci di arrivare al cuore. Dall'indimenticabile “Vieni via con me” di Conte , a Rosalina di Concato, “Mille lire al mese”. E ancora “Guarda che Luna” di Buscaglione, “La ballata dell'amore cieco” di De Andrè, ma anche la struggente “Prendila così” di Battisti e Mogol. Non è mancata ovviamente “Torpedo blu” di Gaber e molte altre.  

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
4 + 12 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top