“Bimbi al centro” a Bormio

Bimbi al Centro, tra opportunità e criticità, della sperimentazione in alta vale con il progetto Pippi, il «programma di intervento per prevenire l’istituzionalizzazione», lanciato nel 2010 dal Ministero delle Politiche Sociali per favorire processi di riunificazione con le rispettive famiglie. Focus a Bormio nel convengo voluto dagli Uffici di Piano della provincia di Sondrio e Alto Lario. Gravi preoccupazioni anche in provincia di Sondrio per la crescita dei bambini in alcune famiglie, che devono uscire dall’incapacità di educare appropriatamente i propri figli.
Intensa giornata di lavori e analisi che ha coinvolto il contesto locale, le Forze dell’Ordine, la scuola; focus su tutte le organizzazioni della società civile che possono dare una mano a supportare i bambini. Una sfida difficile, ma possibile, lo dimostra il percorso intrapreso dalla comunità di Bormio.
“La famiglia è nucleo fondante, dice Lorenzo Grillo Della Berta, vicesindaco di Sondrio, base della rete sociale; è importante mettere in atto tutte quelle azioni che possano aiutarla nella crescita armoniosa e positiva dei minori”.
«Oggi le parole chiave sono: mutidisciplinarietà e minidimensionalità, per Lorella Cecconami direttore sanitario Ats Montagna, in una logica di integrazione di rete in cui lavorare attraverso l’empowerment della famiglie; i bambini al centro oggi, gli anziani domani».
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
4 + 9 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top