Tragedia all’alba a Traona, 76enne intossicato

E’ stato un brutto risveglio, quello di sabato scorso, per Traona. Alle 5 del mattino sono suonate le sirene dei vigili del fuoco, permanenti e volontari del Distaccamento di Morbegno, diretti verso il civico 2 di via IV Novembre dove era scoppiato un incendio. Fiamme che hanno interessato il secondo piano della palazzina, quello in cui abitava Bruno Piccapietra, 76 anni, vedovo, pensionato. Sotto di lui il fratello Pietro che, però, nel sonno, non si è accorto di nulla.
A lanciare l’allarme i vicini dello sfortunato anziano, richiamati a viva voce dallo stesso, dalla finestra sul retro dello stabile, che dà verso la loro abitazione. E, nonostante la macchina dei soccorsi si sia immediatamente messa in moto, all’arrivo dei pompieri, lo sventurato era già esanime. Il tempo per i vigili del fuoco di risalire le scale dello stabile e farsi breccia fra le fiamme, e il suo cuore ha cessato di battere.
Gli accertamenti sono in capo ai Carabinieri del comando di Chiavenna, guidati dal maresciallo Francesco Minniti, ma all’origine del rogo potrebbe esservi il cattivo funzionamento della canna fumaria considerato che il riscaldamento dello stabile avveniva esclusivamente a legna, con stufa e camino. Edificio attualmente sotto sequestro e dichiarato inagibile dal sindaco del posto, Maurizio Papini.
Soccorso anche Pietro Piccapietra, per il quale, però, non si è reso necessario il ricovero in ospedale. E’, ora, ospite della sorella.
Sconcerto in paese, dove i fratelli Piccapietra sono conosciuti.
La salma dello sfortunato, ricomposta presso la camera mortuaria di Sondrio, è stata sottoposta ad autopsia, dopodichè verrà rilasciato il nulla osta alla sepoltura.
Intanto, ieri sera, un altro decesso ha funestato il fine settimana. Ad avere la peggio, durante il rientro da un’escursione alla Torre di Segname, a Gordona, un escursionista del Cai di Milano, Giancarlo Zucchi, 83 anni. A circa 500 metri di quota, in discesa, all’altezza di una valletta, l’uomo è scivolato in un dirupo, probabilmente morendo sul colpo. Solo più tardi il resto della comitiva si è accorto che mancava. L’allarme è scattato intorno alle 16.30. Sul posto Soccorso Alpino, Sagf della Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco. Il corpo è stato ritrovato e recuperato intorno alle 20.30.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
3 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top