I Comitati sulla sanità soddisfatti: "Finalmente ci hanno ascoltati"

Nel merito la guardia resta alta e le richieste avanzate precise, ma la soddisfazione per essere stati, non solo incontrati, ma anche ascoltati con attenzione dagli esperti del Politecnico di Milano incaricati di redigere un progetto di ridisegno della sanità di montagna, è palpabile.
La ammettono senza remore tutti e tre i referenti dei comitati per la sanità di montagna di Chiavenna, Morbegno e Sondalo che, ieri pomeriggio, per due ore, si sono confrontati, in Ats della Montagna, con il suo direttore Maria Beatrice Stasi, col direttore socio sanitario, Fabrizio Limonta, e con gli esperti del Politecnico di Milano, in primis, Cristina Masella, capoprogetto, ordinario di ingegneria economico gestionale.
“Ci è stato chiesto – dice Laura Del Fedele, rappresentante del Comitato di Morbegno – come percepiscono i cittadini la sanità di montagna e noi abbiamo risposto che la sensazione è di un generale impoverimento, su tutti i nosocomi provinciali prova ne è il fatto che molte persone si rivolgono ai privati o vanno fuori provincia”.
Altro nodo scoperto e rappresentato dai comitati, quello del servizio di emergenza urgenza, ritenuto non idoneo, tant’è che, sottolinea sempre Del Fedele “abbiamo chiesto di ritornare al posizionamento delle auto mediche a Morbegno, Chiavenna e Bellano”. Dopodichè ciascun comitato ha potuto leggere e consegnare una propria relazione attinente alle tematiche specifiche riferite ai propri territori.
Morbegno ha insistito sulla reintroduzione della Medicina e della Riabilitazione Cardiologica oltre che, punto nodale, la realizzazione del Pronto Soccorso Alpino. Sondalo sulla tutela delle proprie eccellenze e dei servizi indispensabili a garantire una sanità di buona qualità a residenti e turisti, e Chiavenna ha chiesto un deciso dietrofront rispetto allo smantellamento in atto. Dicendosi stupiti che l’Ats della Montagna sia parsa poco consapevole degli ultimi sviluppi attinenti l’ospedale, soprattutto in termini di accorpamento dei reparti di Chirurgia e Medicina.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
7 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top