Galleria Ruinon.''Che siano tempi brevi''.

La frana del Ruinon sotto i riflettori nazionali. E in Valfurva non si parla d’altro da due giorni. Tra le maggiori d’ Italia, è riuscita a catturare l’attenzione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha accolto la richiesta di regione Lombardia. Più di 100 i milioni di euro destinati alle due gallerie, una viabilistica, l’altra idraulica. Il paese freme. Dopo decenni, amministratori di oggi e quelli che si sono succeduti nel tempo, operatori economici, ma soprattutto la gente che abita, intravedono la soluzione tanto desiderata e che quasi non speravano più. Ma il sindaco sta coi piedi per terra. Lui che ben conosce il brivido di dovere emettere ordinanze di chiusura stradale costretto a isolare un paese e annullarlo turisticamente, è preoccupato per i tempi di esecuzione dei lavori; bisogna accorciare gli appalti, dice . Unica strategie è la nomina di un Commissario ad acta e per questo ci vuole il riconoscimento dello stato di calamità, da cui fino ad oggi il Comune non capendone la ragione, è stato escluso.
La provinciale n. 29 del Gavia è compresa tra quelle in corso di rientro nella rete stradale di interesse nazionale. Occorre garantirne la sicurezza. Nel progetto infatti si prevedono due gallerie, una per la viabilità che sarà costruita all’interno della montagna i cui costi di sicurezza come i tunnel di fuga incidono molto sul totale dell’importo, l’altra importantissima è il bypass idraulico, 4 metri per 6, per permettere il deflusso delle acque, il responsabile numero uno della frana del Ruinon. L’amministrazione comunale vede la luce, ringrazia tutti, compreso il presidente della Provincia Elio Moretti che, dice il sindaco Cacciotto con umiltà, ha avuto coraggio e pazienza di sopportare i problemi della Valfurva”. “Tutti si sono resi conto continua , che Santa Caterina pur piccola è una stazione turistica di livello nazionale.

E che il Ruinon fa davvero paura”.
Cacciotto spera nel più breve tempo possibile che Regione, Anas, Comune e Provincia si possano incontrare per attuare le migliori strategie e combattere questa calamità; solo il confronto aiuterà a capire la necessità quanto prima di dare ad Anas i terreni demaniali.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
7 + 13 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top