Storie di donne, in punta di piedi

Ha tenuto la platea incollata alle sedie del teatro della Società Democratica Operaia di Chiavenna per quasi due ore e mezza, sabato e domenica scorsi, lo spettacolo “Donne in cerca di guai”, saggio di fine anno della DDDance School, associazione sportiva dilettantistica che, dal 2002, instilla il seme della danza in generazioni di bambini, giovani e adulti, valchiavennaschi e non solo.
Centoventi le comparse dello spettacolo, un mix di recitazione e danza, per la regia e la coreografia di Denise Lucchinetti, fondatrice di DDDance School, e della collega Natasha Mordovkina, che hanno saputo dar corpo e vita a diciannove donne che hanno fatto la storia nei più svariati ambiti. Rappresentazioni tratte dal volume “Storie della buona notte per bambine ribelli” edito da Mondadori.

Una più bella dell’altra le rappresentazioni. Deliziosi i coniglietti e le topine, portate sul palco dalle bimbe e dai bimbi del 1° e 3° grado di corso ad inscenare il quadretto celebrativo della scrittrice e illustratrice inglese dell’800, Beatrix Potter.

E, poi, ancora, struggente la raffigurazione di Maria, la Madonna, impersonata da Arianna Bianchini, di Sirta di Forcola, autentica promessa della danza, nata in casa DDDance e che, dal prossimo anno, entrerà a far parte di un gruppo veneto di alta formazione in danza contemporanea che le permetterà di affrontare le audizioni per le più prestigiose accademie europee. E non è la prima stella del ballo a nascere a Chiavenna.

Soddisfazioni che nascono da un lavoro puntuale, quotidiano, con bambine, ragazze, adolescenti, giovani e adulte, soprattutto di sesso femminile, perché la diversità di genere è ancora poco sviluppata in questo settore, che si è riversato tutto nel saggio di fine anno. Un mix di danza classica, moderna, contemporanea, hip hop, acrobatica, da lasciare senza fiato. Come in Cleopatra, capace, in un attimo, di trasportare gli spettatori in un’altra dimensione.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
1 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top