Frana a Mossini di Sondrio, pericolo rientrato

Attimi di preoccupazione sabato mattina, in Valmalenco, dove alcuni residenti a Ponchiera e Mossini, hanno avvertito un rumore sordo provenire dal versante sovrastante la zona di Mossini. Erano circa le 9 e l’allarme è immediatamente scattato. Sul posto i vigili del fuoco di Sondrio, l'assessore comunale alla Protezione Civile del capoluogo, Lorena Rossatti, e i tecnici della Provincia, proprietaria della strada, in primis il geologo Maurizio Azzola che ha effettuato una ricognizione del versante col drone. Senza rilevare particolari problemi.
Motivo per cui, intorno alle 11, si è deciso per la riapertura della carrozzabile in modo da far defluire i mezzi incolonnatisi sia in entrata sia in uscita dalla Valmalenco, tanto più che appariva evidente non esservi pericolo di ulteriori distacchi e rotolamenti a valle. Il presidio della zona è stato mantenuto anche nelle ore successive, quando il geologo Azzola è tornato sul posto per effettuare ulteriori verifiche con l’utilizzo del drone, ormai divenuto compagno inseparabile dei tecnici chiamati ad effettuare questo tipo di rilevazioni in quota. Ha scandagliato il materiale fotografico acquisito, senza intravedere motivi di pericolo.
Da questo punto di vista, quindi, la situazione può dirsi sotto controllo.
E potrà esserlo, a breve, ancor più, nel tratto Mossini-Valdone, con riguardo alla funzionalità dei collegamenti Telecom messi a durissima prova a seguito degli effetti della tempesta Vaia del 29 ottobre dello scorso anno. Da allora, il cavo Telecom giace ai bordi della strada facendo tuttaltro che bella mostra di sé e parecchie sono state le lamentele per il perdurare di questa incresciosa situazione. Che si risolverà a breve perché la Provincia ha concesso a Telecom l’interramento del cavo nel tratto in questione sulla fascia di pertinenza stradale e di sua proprietà.
Lavori che avrebbero potuto partire già da oggi, come da ordinanza di circolazione a senso unico alternato emessa dalla Provincia e valevole sul tratto compreso tra i km 3+70 e 4+930, fino al 21 febbraio del prossimo anno, quando il cantiere andrà rimosso. Senso unico che potrà scattare fra le 8.15 e le 17, dal lunedì al venerdì, salva la rimozione del cantiere nei fine settimana e fra il 20 dicembre e il 7 gennaio 2020.
Con ogni probabilità gli interventi partiranno a giorni, appena le condizioni meteo lo consentiranno.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
5 + 4 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top