Boxe sotto le stelle. Tanta passione

 

Ci vuole disciplina, passione… E talento.
E se è vero, come è vero, che in Italia ci sia bisogno di porre attenzione nel ricercare gli atleti più talentuosi (parola del pugile Nino Benvenuti), manifestazioni come “Boxe sotto le stelle”, kermesse di incontri tra boxeur dilettanti tesserati FPI portata in piazza Campello, a Sondrio, nella serata dello scorso sabato da Boxe Inferno, hanno le carte in regola per dimostrare quanta passione vi sia dietro alla disciplina pugilistica.
Che è poi lo sport più completo, armonioso, giocato sul bilanciamento e sul movimento totale di tutto il corpo.
Ma torniamo all’evento dello scorso weekend.
Sul ring, ben otto incontri che hanno portato sul quadrato club della Lombardia e della vicina Svizzera. Per le categorie Youth 75 kg, ed Elite, uno e due, rispettivamente per i 66, 84, 91, 64, e 75 kg, una vetrina che ha impressionato ed attratto il folto pubblico presente, nonostante i capricci meteorologici, richiamando l’attenzione su uno sport che, nella realtà di questa provincia, meriterebbe senza dubbio un maggiore risalto.

A tenere vivo il fuoco della passione verso quello che definire sport è senza dubbio riduttivo, pensano i trainer della palestra Boxe Inferno che da anni, nel quartiere sondriese de La Piastra, accoglie quanti abbiano la volontà di misurarsi con la nobile arte della difesa. E le giovani speranze non mancano.

Se la voglia di volare come una farfalla e di pungere come un’ape, come amava dire il carismatico Muhammad Ali, non vi manca, non vi resta allora che seguire il consiglio del coach Gianfranco Lalli.
 

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
2 + 2 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top