Spaccio a Sondrio, interrogata la gang.

Restano in carcere a Sondrio tre delle sei persone arrestate venerdì scorso dai Carabinieri del capoluogo durante l’operazione Pearl, perle, con la quale è stata sgominata una banda di spacciatori nigeriani operativi nei parchi gioco di Sondrio.
Arresti convalidati e custodia in carcere, in via Caimi, per Ebuka Nweke, 24 anni, Owuzo Ugbede, 25 anni, e Frank Tunde, 27enne, che vivevano a Caiolo, interrogati ieri e avvalsisi della facoltà di non rispondere.
Interrogato anche Joe Priestly, 24 anni, considerato il capo della banda, in carcere a Lecco, e che, pure, dovrebbe restare dietro le sbarre anche se, a giornale in onda, non vi era ancora la certezza definitiva. Si è riservato di decidere, ancora, il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Sondrio, nei confronti di Solomon Okoiruele, 21 anni, di professione cuoco e che viveva in via Torelli, nel capoluogo. Interrogato anche Benjamin Endurance, 23 anni, per cui è stato disposto il divieto di dimora in provincia di Sondrio, mentre è stato rintracciato a Bari, il 29enne che ancora mancava all’appello, Hope Atiemengele.
Resta in carcere, infine, anche Alimi Abdulrass Aki, 40 anni, arrestato venerdì mattina perché trovato in possesso di 250 grammi di marijuana celati nella cantina della propria abitazione, già suddivisi in dosi, e convalidato dal giudice Fabio Giorgi anche il fermo di George Eduorg, 27 anni, colpito da obbligo di dimora.
Ricordiamo che a stanare la gang sono stati i militari della Compagna Carabinieri di Sondrio, guidati da Serena Federica Galvagno, informati dei loschi traffici che si consumavano in pieno giorno, nei pressi di luoghi vissuti da bambini, come asili e parchi, dai frequentatori dei medesimi, le mamme e dai residenti in zona. Da gennaio a maggio documentate 2000 cessioni di perle, cioè palline celophanate di eroina, cocaina e marijuana, a 60 valtellinesi maggiorenni, di tutte le età e le estrazioni sociali. Fra cui persone che si recavano ad acquistare la droga coi figlioletti per mano o nel seggiolino dell’auto. Per un introito da spaccio di almeno 1000 euro al giorno.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
9 + 5 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top