CARNEVALE TIRANO

Si è fortunatamente ripreso il cavallo che nel pomeriggio di ieri, durante la tradizionale sfilata carnevalesca tiranese, ha lasciato in molti con il fiato sospeso dopo essere bruscamente scivolato sulle scale in ferro mentre veniva condotto sul palco allestito in piazza Marinoni per il festoso evento. Immediati i soccorsi all’animale infortunato in primis da parte del fantino mascherato da Garibaldi e dalla polizia locale. Un incidente che ha certamente lasciato l’amaro in bocca a molti presenti, ma che ha avuto per fortuna un epilogo confortante grazie alla prontezza dei soccorritori e la festa promossa dalla locale Pro Loco, dedicata soprattutto ai più piccini e accompagnata da uno splendido sole, è potuta proseguire. “Un episodio increscioso. Non era previsto che il cavallo salisse e quando si sono capite le intenzioni del fantino la speaker ha fatto presente lasciarlo giù dal palco” ha tenuto a precisare in una nota stampa Arianna Del Dosso Vanari, presidente della Pro Loco tiranese. Il sodalizio guidato da Del Dosso Vanari, al suo esordio, ha regalato alla città un ”Carneval Vecc” da segnare negli annali caratterizzato da allegria e tanti balli coinvolgenti che hanno conquistato l’intera piazza. A presentare l’evento la deliziosa Arianna Cicia. Moltissimi i bambini e le famiglie. Maschere di ogni foggia e colore. 7 i gruppi mascherati. Differenti e di interesse le tematiche: dalla storia all’importanza di essere genitori, alle tradizioni agricole. Le scuole con “Insieme costruiamo un mondo a Colori”, “Pezzi di Genitori”. “Rsd Tirano”. E ancora i “Garibaldini”, “L’isola che non c’era” da Tresenda. Lo straordinario gruppo di danza “Virtual dance” dell’inarrestabile Siscofly. Chapeau alla banda cittadina che ha aperto la sfilata lungo viale Italia con la sua tradizionale musica incassando applausi. 3 i carri creati con certosina cura più l’immancabile “Vegia” il fantoccio benaugurante per una propizia primavera bruciato in serata, come ogni anno, in località Cantun. Ben apprezzati i carri dei “Contadini de Tei”, i “Fantagenitori” da Villa di Tirano e la stupefacente scenografia di “CriminalTube” della futura onlus di Bianzone. I carri e le maschere hanno percorso tutto viale Italia, chiuso al traffico per l’occasione, prima di approdare in piazza Marinoni.

  • Commenti

0 Comments:

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
19 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Scroll to Top